Una guida da “fanatico”: Tutto sul Pachinko

Sgargianti luci lampeggianti, rumore assordante, cortina di fumo da restare soffocati: per lo straniero appena sbarcato il Pachinko è forse la conferma definitiva che il Giappone è il paese più folle della Terra. In più, il Pachinko è una droga e come ogni droga si ha paura a provarla. Soprattutto se non capiamo niente di quell’universo di sferette metalliche e rotelline da girare.

Vediamo un po’ cos’è il Pachinko e vediamo come spendere bene i nostri soldi in una di queste “trappole infernali”

COME GIOCARE

altOvviamente la prima cosa da fare è capire come funziona quell’aggeggio. Spesso viene definito un “flipper verticale”: palline di metallo vengono sparate ad una velocità impressionante nei posti più impensabili. Alla fine però le palline scendono verso il basso, dove si trova un foro protetto da due porticine: se queste sono aperte passa una pallina, se sono chiuse ne passano anche 3. La maggior parte tuttavia finisce in fondo nella completa inutilità. Guardare questa sorta di “pioggia di palline” è l’unica azione attiva del gioco, dato che, a parte scegliere quale macchina usare, avrete ben poco controllo degli avvenimenti.

 

Giocare è semplicissimo e allo stesso tempo difficilissimo: inserite il denaro, premete un bottone con il quale riempirete la “rampa di lancio” e poi girate la rotella in basso a destra. Ecco qui il trucco: più girate la rotella, più forti verranno lanciate le palline. Di conseguenza anche una piccola variazione di forza può cambiare completamente il loro percorso, permettendovi di “ipotizzare” l’eventuale discesa. Il vostro compito è trovare il punto giusto, in modo che la maggior parte delle palline cada nel buco protetto di cui parlavamo prima.

Un buon inizio sarebbe ottenere circa 20 palline ogni 1000 yen giocati, se ne fate meno cambiate gioco.

Un consiglio da “insider”: molte persone infilano una monetina da 5 yen nel meccanismo della rotella in modo da bloccarla sulla posizione giusta. Questo potrebbe farvi beccare un “Dame!” (non si può!) da parte dello staff. Fregatevene e quando si girano rimettetela al suo posto.

Per ogni palla che entra nel buco magico verrete ricompensati con due “premi”: 10 palline gratis e un “giro” alla slot machine a schermo incorporata. Il funzionamento è identico alle nostre: tre uguali si vince, solo che nel Pachinko non si hannno fragole, ciliege o altri simboli, ma numeri (spesso scritti in Kanji).

Il REACH

altMa ciò che rende il Pachinko un gioco così unico è quello chiamato REACH. In altri termini, quando vi trovate con 2 simboli della slot machine uguali siete costretti ad aspettare il terzo: lo schermo si blocca su REACH. Inizia una lotta tra il vostro eroe e il gran malvagio: dipende da che macchina avete scelto, per esempio una di Evangelion avrà Shinji contro gli Angeli, una di Dragonball avrà Goku contro Majin bu,  e così via.

 

Ed è quando il comportamento della macchina è diverso che inizia a palpitare il cuore: magari la signorina che prima ballava e basta all’improvviso è ricoperta d’oro, oppure l’autobus che solitamente è blu ora è rosso, le luci della macchina cominciano a roteare…quando sembra che stiate per vincere non c’è molto da pensarci su: avete vinto.

VINCERE

La battaglia a video finisce, avete tre numeri uguali, parte una musica assordante e vi sentite dei Re.

Uno spoiler si apre al di sotto del buco magico, vi succhia tutte le palline raccolte fino a quel momento ed ognuna di esse viene convertita con altre 10. Premete un bottone e track: quelle sfere usciranno e saranno vostre. Il “Winning Time” dura circa 2 minuti e se tutto è andato bene avrete nel cestino qualcosa come 5000 yen in palline. In più avrete un’altra possibilità: 100 “giri” gratis di slot machine. Se i numeri son rossi riparte il “winning time” e vincerete ancora di sicuro, se sono blu invece il periodo fortunato riparte ma non è detto che vinciate.

Complimenti, avrete attirato invidia e parolacce da tutti coloro che vi stanno giocando intorno (e ai quali starà andando meno bene). Tuttavia è bene ricordare tre regole fondamentali a livello di comportamento:


Non urlate come dei matti se vincete e non bestemmiate a voce alta quando perdete: state giocando in mezzo a tante persone, dovete rimanere impassibili per evitare di essere troppo espansivi e fastidiosi. Solo le “obasan” (le donne di mezza età) si comportano in modo diverso, al massimo scambiate qualche sorriso con loro;

Non raccogliete mai il contenitore di palline pieno. Avete un bottone a disposizione per chiamare lo staff, che vi sostituirà il contenitore pieno con uno vuoto, mettendo la vincita dietro di voi.

Non prendete a calci le macchine PER NESSUN MOTIVO: se vi scappa un calcione e cominciano ad uscire palline a profusione, scappate senza voltarvi. Le vostre scuse non saranno comunque bene accette.

RITIRARE IL VOSTRO PREMIO

altOk, avete giocato. Se vi è andata bene avrete anche fatto diversi REACH e avrete più o meno 20.000 yen in sfere inutili. Cosa fare?

Qui c’è un problema: giocare a Pachinko per soldi è illegale. “Ma come??!?!?” direte voi. Ebbene sì, è illegale. Però non è che avete solo sferette…

Chiamate lo staff, fate una grossa X con le braccia per far capire che avete finito di giocare: prenderanno le vostre palline, le conteranno e vi daranno una ricevuta. Andate alla cassa principale dove vi daranno delle card di plastica arancione, che potrete convertire in denaro. Ma non lì, dovrete andare in un “negozietto di dolciumi” (come viene chiamato in gergo). Dove si trovano? Non chiedete allo staff, non ve lo diranno. Seguite piuttosto qualcun’altro che ha vinto o chiedetelo a lui.

Una volta nel negozio non ci sarà nessuno, solo una piccola macchinetta elettronica: inserite le card e ritirate i soldini. Missione compiuta, Pachinko domato.

COME NON PERDERE MAI

Premesso che non esiste un metodo infallibile (è comunque gioco d’azzardo), ci sono accorgimenti che potete prendere per aumentare le possibilità di vittoria:

 

Scegliete la macchinetta con saggezza: non buttatevi sulla prima che capita o su quella con il vostro personaggio manga preferito. Ogni macchinetta ha delle statistiche sopra: il numero piccolo indica quante vittorie ci sono state in quel giorno, quello grande il numero di giri di slot machine. Sceglietene una con tanti giri e poche vittorie. Inoltre, se premete il tasto DATA potrete vedere le vittorie dei due giorni precedenti: se una macchina è stata vincente due volte due giorni prima e dieci volte il giorno prima è un ottimo inizio. Se invece è stata vincente 24 volte un giorno e 12 l’altro bhè, vi mangerà solo soldi.

Giocate alle “Shindai”: sono macchinette nuove, quindi non devono essere riempite di soldi prima di pagare qualche giocatore. Sono ottime la prima settimana e buone la seconda. Le trovate pubblicizzate sui treni, nei conbini e così via.

Giocate in luoghi di nuova apertura: tutte le macchine sono “shindai”.

A meno che non sia una “shindai”, non giocate più di 5000 o 10000 yen.

Mai e poi mai giocare in un luogo deserto. E’ deserto per un motivo…

Non rigiocate le vostre vincite: la macchinetta conta sulla dipendenza al gioco. Le vincite tenetele per voi.

CURIOSITA’ SUL PACHINKO

D: Perchè ci sono sempre grandi code fuori da alcune sale di Pachinko?

R: Quelle persone sono tutte “pro”: sanno quale macchina scegliere perchè han seguito il gioco gli scorsi giorni. Voi lasciate perdere, vi rimarrebbe l’unica macchinetta che non paga.

D: Perchè il rumore?

R: Quando metterete i primi 1000 yen nella vostra macchinetta, il rumore scomparirà all’istante: sarete troppo concentrati e tesi. Appena usciti dalla sala, la canzoncina della vostra vincita (o del vostro vicino) vi spaccherà la testa.

D: Che diavolo continua ad urlare lo staff?

R: Urlano che potresti vincere al prossimo giro di slot machine. Lo sapete già, è per quello che siete seduti lì.

 

 

Pin It on Pinterest