Ormai è guerra aperta (si fa per dire) tra Giappone e resto del mondo per la supremazia nel settore degli schermi a cristalli liquidi.
Di questi giorni l’annuncio del progetto per la creazione di una nuova società, la Japan Display, che nascerà dalla sinergia di tre colossi nipponici: Sony, Toshiba e Hitachi.
Le tre aziende hi-tech del sol levante metteranno su un piatto comune sforzi, tecnologie e una gran quantità di denaro, per realizzare display LCD di piccole e medie dimensioni, destinati principalmente al mercato smartphone e tablet, in continua, esponenziale espansione.

Ruolo fondamentale all’interno di questa operazione congiunta, che di fatto è una dichiarazione di guerra alle altre aziende asiatiche (vedi in primis Samsung), lo avrà il fondo governativo Innovation Network Corporation of Japan, che deterrà il 70% delle quote all’interno della NewCo, lasciando alle tre aziende il 10% ciascuna. Si parla di circa 2 miliardi di dollari di investimenti, messi sul piatto.
”La nuova società – ha dichiarato un portavoce dell’azienda – si propone di utilizzare le migliori tecnologie ad alto valore aggiunto del mondo di ciascuna azienda e di stabilire nuove linee di produzione ”.
Sony, Toshiba e Hitachi deterranno in questo modo il 21,5% delle quote mondiali nella produzione di display e per queste ragioni, prima di poter passare alla fase operativa, si attende il bene placido dell’antitrust.


Pianeta Tech

 

Tommaso In Giappone
Contattami senza nessun problema se hai bisogno di informazioni sugli eccezionali tour di gruppo che propongo o di un accompagnatore privato per tue visite in Giappone! Ti aspetto in Giappone Tommaso