Quando anche la beneficenza è scandalo

toplessTokyo – Pesantissime critiche rivolte dai telespettatori e da varie associazioni nei confronti della rete televisiva TBS.

La bella e talentuosa Chinatsu Wakatsuki, 24 anni, non avrebbe mai pensato di causare tanto scalpore, soprattutto se la causa è davvero nobile. La ragazza ha affermato di aver visto tanta povertà durante i suoi viaggi in Asia, chiedendosi “Potrò fare qualcosa di utile?”. Bhè, l’idea è stata lampante: vendere magliette con una sua stampa in topless.

Fino ad ora sono state vendute 6000 magliete a 2000 yen (16 euro circa) l’una, per un totale di 12 milioni di yen (circa 97 mila euro), ma a quanto pare non è bastato.

In molti infatti affermano che questa iniziativa è “davvero un pessimo esempio, soprattutto se si parla di fondi da destinare a bambini poveri”.

A causa della critica, l’associazione che avrebbe dovuto gestire i fondi (per costruire una scuola in India) si è ritirata, portando nuovi malumori.

TBS assicura di aver affidato i fondi ad un ente di fiducia che seguirà in prima persona la costruzione della scuola. Ma la gente è scettica. E un po’ anche noi.