Osaka, fiamme in un locale

La tragedia, costata a Osaka la la vita a 15 persone bruciate in un incendio, è accaduta in un posto a metà tra il ricovero per senzatetto e il peep-show: nei 32 separè – aperti al pubblico per tutta la notte – si trovava una trentina di persone: 15 sono state uccise dal fumo; altre 10 sono rimaste ferite. Le cause del rogo non sono ancora state accertate ma c’è il sospetto che si sia trattato di un incendio doloso: una persona sospetta è stata fermata dalle forze di polizia.

Il Cat’s, un locale per la visione di dvd presi a nolo – soprattutto porno – come ce ne sono tanti in Giappone, è stato devastato dalle fiamme alle tre del mattino a Namba, quartiere dei divertimenti di Osaka.

L’incendio è stato innescato da uno dei clienti del Cat’s che si è addormentato con una sigaretta accesa tra le dita. Sul posto sono intervenute 40 autopompe, per impedire che le fiamme si diffondessero all’edificio di sette piani in cui si trovava il locale. Secondo uno dei sopravvissuti non c’erano nè luci di emergenza nè uscite di sicurezza e nessuno ha aiutato i clienti del Cat’s a trovare una via d’uscita dal labirinto di separè.

corriere.it

Tommaso Rossi

Profilo Facebook | Google + | Twitter