I mondiali 2022…in olografia?

japan

 

 

Esatto, è proprio quello che il Giappone promette se si assicurerà la gestiione dell’evento nel 2022. Stando alle dichiarazioni rilasciate, si starebbe sviluppando una tecnologia innovativa in grado di superare la realisticità dell’ormai onnipresente 3D ma con il valore aggiunto di una telecamera mobile e dell’assenza dei famigerati occhialini.

 

Si tratta della tecnica ultra-realistica di resa tridimensionale delle immagini in olografia. Attraverso questi ologrammi, i giapponesi si dichiarano in grado di ricreare situazioni ed ambienti con un realismo 3D senza paragoni anche a miglia di distanza dall’evento, sfruttando una telecamera in grado di riprendere da ogni angolazione l’azione in corso.

 

Con questa tecnologia, il Giappone si propone di “trasmettere” in tutti e 208 paesi membri della FIFA le partite negli stadi, così da rendere veramente partecipi tutti i tifosi proprio come se si trovassero nello stadio dove si svolge la partita.

 

Come Suminori Gokoh commenta:” crediamo sia arrivato il momento di rendere qualcosa al mondo, portando la gioia del calcio non solo nei paesi che ne ospitano i mondali, ma a tutte le nazioni del mondo.”

 

altSe non bastasse, il Giappone starebbe anche sviluppando una tecnologia in grado di far comunicare istantaneamente persone di lingue differenti attraverso un auricolare collegato ad una periferica grande come un cellulare, capace persino di riconoscere ambienti e cartelli posti innanzi l’obbiettivo e di informare l’utente circa il loro significato.

“Queste applicazioni vengono già sfruttate in apparecchi tali l’Iphone e Ipod, noi vogliamo solo integrarle e farle interagire. ” conclude Gokoh.

 

 

 

 

 

 

{youtube}Weg9NQZfVq8{/youtube}

 

 

Una delegazione della FIFA ha visitato il Giappone in questi ultimi giorni, durante i quali ha ricevuto i primi prototipi di queste tecnologie e ha potuto vedere i primi filmati dimostratitvi.

Harold Mayne-Nicholls ha dichiarato durante la conferenza: “una tecnologia molto interessante, una miscela fra calcio tradizionale e futuro.”

Il Giappone comunque ha colto l’occasione per ricordare che questa tecnologia non è ancora disponibile e che per molti dei ricercatori coinvolti, questa è stata la prima occasione in cui l’hanno potuta vedere realmente in azione e con grande soddisfazione.

 

La FIFA dovrà giungere ad una decisione il 2 dicembre di quest’anno.