Capolavoro Zac: il Giappone vince la coppa d’Asia

alt

 

Il Samurai onorario Alberto Zaccheroni ha ottenuto una storica vittoria nella finale di Coppa d’Asia. Nello stadio stracolmo di Doha, Qatar, il Giappone ha battuto l’Australia dopo una soffertissima finale conclusasi al 110’ minuto grazie al sorprendente gol di Lee, neo entrato al posto di Meada. L’ennesima azzeccatissima scelta del tecnico romagnolo, alla prese con un’avventura da molti definita quasi suicida, in un torneo in cui le differenze individuali scompaiono a fronte di tradizioni calcistiche così diverse ma spesso così simili.

I grandi favoriti provengono dall’Oceania, una scelta della federazione asiatica per ravvivare un torneo dalla risonanza mediatica enorme (almeno in Asia), organizzato dai ricchissimi emiri del Qatar, prova generale di collaudo in vista dei Mondiali di calcio del 2022. Il cammino del Giappone è una cavalcata senza precedenti, dal 6 a 0 all’Arabia Saudita fino alla rivincita con i rivali di sempre della Corea del Sud, culminata con il capolavoro tattico nel match contro i temibili australiani.

Australiani che dominano a larghi tratti, ma che patiscono l’organizzazione tattica tutta italiana dell’ex allenatore di Milan, Inter e Juventus. Palla alta, ripartenze veloci e terzini pronti a tutto, in un 3-4-3 perfetto e senza sbavature, vero marchio di fabbrica di Alberto Zaccheroni e del suo modo di allenare. La prestanza fisica degli avversari, squadra ricca di blasone grazie a giocatori come Wilkshire, Kewell e Cahill, tutti e trecresciuti calcisticamente in Inghilterra, sembra avere il sopravvento: una traversa, un gol salvato sulla linea di porta, e poi un colpo di testa di poco e lato e ancora un grande intervento del portiere Kawashima.

Al 110’ la prova d’orgoglio della nazionale nipponica: un’altra parata dell’ottimo Kawashima innesca il contropiede dei ragazzi di Zaccheroni, breve serie di passaggi ed ecco Lee che insacca beffando portiere e difensore centrale, spaesati e stremati. Il Giappone è campione continentale per la quarta volta nella sua storia.

“Una vittoria il cui valore è aumentato dalla caratura dell’avversario – commenta Zac nel post partita – Abbiamo resa orgogliosa una nazione”.

 

{iframe width=”500″ height=”325″ frameborder=”0″ scrolling=”yes”}http://www.youtube.com/embed/D7XruPazzh8{/iframe}

 

Voce D’Italia

Tommaso Rossi

Profilo Facebook | Google + | Twitter