Ministro degli esteri si dimette: fondi illegali per 2100 Euro

alt

 

Il ministro degli Esteri nipponico, Seiji Maehara, 48 anni, uomo di punta del Partito Democratico giapponese e futuro successore del Premier Naoto Kan si è dimesso a seguito dell’ammissione di aver ricevuto un totale di 250.000 yen (circa 2.180 euro) in contributi elettorali da una ristoratrice sudcoreana di 72 anni di Kyoto, considerati però illegali dalla legge giapponese che vieta le donazioni politiche effettuate da cittadini o enti stranieri al fine di non condizionare dall’esterno la politica dello Stato.

Parlando nel corso della conferenza stampa dopo la presentazione delle dimissioni presentate al premier Naoto Kan, Maehara ha escluso categoriamente di esserne stato a conoscenza, ma che dal computo degli elenchi risultano 50.000 yen annui dal 2005 al 2008 e, infine, nel 2010.

 

Tommaso Rossi

Profilo Facebook | Google + | Twitter