Un mese fa’ il disastro: il Giappone rialza la testa ed inizia la ricostruzione

alt

 

Un minuto di silenzio e’ stato osservato nel nordest del Giappone alle 14:46 (ora locale, le 7:46 in Italia) per ricordare il sisma e lo tsunami avvenuti un mese fa. Il catastrofico evento ha gettato il paese in una situazione estremamente difficile soprattutto in relazione alla situazione della centrale nucleare di Fukushima. Il portavoce del governo, Yukio Edano, ha però annunaciato che il rischio di una fuga radioattiva alla centrale nucleare si è considerevolmente abbassato.


Intanto il Governo ha stimato che il costo per la ricostruzione sarà di circa 310 miliardi di Dollari, ma il paese ce la farà: molte strade sono state completamente ricostruite e molti alloggi provvisori per migliaia di persone sono stati costruiti nel aree pesantemente colpite da terremoto e tsunami.

 

E’ inoltre partita la sfida per la candidtura di Tokyo alle Olimpiadi del 2020, per dimostrare al mondo che nonostante le profonde ferite inflittte da questo terribile evento il paese non si fermerà, ritornando più forte di prima.

Tommaso Rossi

Profilo Facebook | Google + | Twitter