Niente infermità mentale per il responsabile della strage di Akihabara

Vi ricordate la strage dell’ 8 Giugno A Tokyo nel quartiere di Akihabara in cui morirono 9 persone? Un giovane di 26 anni di nome Kato Tomohiro a bordo di un furgone si era gettato addosso ad alcuni pedoni uccidendone 5, non contento poi sceso dallo stesso si era avventato armato di un pugnale contro 12 persone, uccidendone 4.

Nei giorni scorsi il PM della Corte Distrettuale ha formulato l’accusa di omicidio e tentato omicidio verso il giovane, dopo 3 mesi di test psichiatrici che hanno escluso l’ infermità mentale e confermando quindi la piena imputabilità del reo. Dai test non sono emerse malattie psichitriche latenti e anche gli atti stessi effettuati prima del massacro come l’affitto del furgone e la ricerca del coltello, la premeditazione, fanno emergere la piena lucidità del giovane, anche se ancora l’imputato non ha fornito le motivazioni del gesto tranne la manifesta noia di vivere.

Tommaso Rossi

Profilo Facebook | Google + | Twitter