Lo Shinkansen Zero va in pensione

 

TOKYO – Il primo treno proiettile della storia, lo shinkansen serie ‘Zero’, ha ormai i giorni contati prima del definitivo pensionamento, fissato per novembre, ma la sua popolarità tra i viaggiatori nipponici continua ad aumentare.

Sono sempre di più, infatti, i passeggeri che acquistano biglietti solo per fare una corsa sul venerando treno proiettile prima del suo ritiro dalle rotaie, indipendentemente dalla destinazione. Per venire incontro alle richieste del pubblico, l’operatore ferroviario Jr sta organizzando appositi tour con speciali pacchetti a prezzi scontati, che stanno riscuotendo un notevole successo tra appassionati di treni, famiglie in gita e persino scolaresche, tutti quanti ‘stregati’ dal fascino intramontabile dello ‘Zero’ e del suo inconfondibile ‘nasone’ nero sulla punta della motrice.

Il primo treno proiettile della storia fu inaugurato nel 1964, in occasione delle olimpiadi di Tokyo, e fu uno dei simboli più riconoscibili della rinascita del Giappone dalle rovine della Seconda guerra mondiale. In oltre 40 anni di servizio non ha mai subito incidenti o deragliamenti. Capace di raggiungere velocità impensabili per l’epoca, circa 210 chilometri orari, la serie ‘Zero’ è stata sostituita gradualmente con nuovi modelli, rimanendo ancora in servizio – e lo sarà fino a novembre – grazie alla sua totale affidabilità, con un paio di convogli sulla linea che collega la città centrale di Osaka all’isola meridionale di Kyushu.

Tommaso Rossi

Profilo Facebook | Google + | Twitter