Allarme in Giappone: dopo il latte, la gelatina

Il Daily Yomiuri riporta la notizia della morte di un bambino di 21 mesi per soffocamento da gelatina Konnyaku, un tipo di alimento molto popolare in Giappone. Lo hanno riferito martedì i funzionari del National Consumer Affairs Center of Japan informando che con questa, dal 1995, si è arrivati alla vittima numero 17 per soffocamento, nonostante avessero avvertito anziani e bambini di non consumare prodotti a base di questa gelatina. Il bambino è morto dopo che sua nonna gli aveva servito un prodotto congelato contenente gelatina Konnyaku.

La gelatina si bloccata nella gola del bambino, bloccando la respirazione. Ricoverato in ospedale, il 20 settembre è deceduto. Il prodotto che ha causato la morte del bambino è prodotto dalla Mannan Life Co. di Tomioka, il più grande produttore di gelatina Konnyakui in Giappone. Un caso analogo si era già verificato nel 1996 in cui un bambino di 25 mesi è morto soffocato da un prodotto simile, detto Mango-flavored Konnyaku Batake. Katsumi Mogi, capo dipartimento certificazione qualità della società, ha dichiarato: “Per evitare che i bambini mangino questi prodotti abbiamo emesso degli avvisi e abbiamo fatto in modo di rendere più difficile inghiottire il prodotto intero, che abbiamo fatto a forma di cuore, ma continuano a verificarsi incidenti.

Tommaso Rossi

Profilo Facebook | Google + | Twitter