Senza veli per i diritti degli animali

aya sugimotoL’attrice Sugimoto Aya è già apparsa più volte senza veli in film e fotografie sexy, ma oggi per la prima volta si è denudata per un giusta causa, i diritti degli animali.

Reggendo un piccolo cartello con sopra scritto ” Una pelliccia? Preferisco andare in giro nuda!”, la Sugimoto ha posato davanti a dozzine di fotografi e di telecamere in una delle prime campagne giapponesi di People for the Ethical Treatment of Animals (PETA).

“Ho smesso di indossare pellicce due anni fa, quando ho saputo in che modo venivano realizzate”, ha dichiarato l’attrice, che è anche ballerina e scrittrice di racconti erotici.

“Voglio impegnarmi nel movimento ‘No Fur’ e far sapere a più gente possibile quanta crudeltà venga riservata agli animali”.

La PETA ha scelto la Sugimoto come prima modella giapponese della sua campagna internazionale contro le pellicce per la sua passione nei confronti degli animali, che l’ha portata anche a creare una linee di pellicce sintetiche.

“È perfetta”, dice Jason Baker, direttore della filiale della PETA per l’Estremo Oriente. “Tiene molto alla causa”.

La Sugimoto, amante dei gatti, vuole che i consumatori giapponesi capiscano che essere alla moda e allo stesso tempo preoccuparsi per i diritti degli animali non sono due cose incompatibili. La moda giapponese  – in modo particolare lo stile kawaii – sta godendo di grande popolarità all’estero. “Vorrei che la gente comprendesse che si può essere alla moda ed eleganti anche senza indossare una pelliccia”

 

Tommaso Rossi

Profilo Facebook | Google + | Twitter