La moglie del nuovo Premier Hatoyama viene da Venere

La sinistra ha finalmente conquistato il potere in Giappone dopo mezzo secolo di digiuno, ma il primo ministro in pectore, Yukio Hatoyama, non avrà vita facile. Gli americani non vogliono saperne di lasciare la base di Okinawa conquistata con il sangue durante la seconda guerra mondiale. L’espansionismo cinese e le follie nucleari della Nord Corea sono altre due sfide da far tremare i polsi. Ma, al suo fianco, c’è l’amata consorte Miyuki Hatoyama che potrà mettere una buona parola per il marito… almeno con gli extraterrestri.
In un libro pubblicato lo scorso anno ha raccontato del suo viaggio su Venere, trasportata di notte da una navicella aliena negli anni Settanta. Non solo: l’eccentrica first lady giapponese si nutre ogni mattina dell’energia solare.
Il Partito democratico ha vinto le elezioni domenica scorsa conquistando la Dieta, il parlamento di Tokyo. Ora dovrà preoccuparsi di tenere sotto controllo la signora Hatoyama. A 66 anni è stata ex attrice, scrittrice culinaria, stilista sui generis e consulente d’immagine. In passato aveva cominciato a far parlare di sé quando recitava nella Rivista Takarazuka. Un gruppo femminile che metteva in scena musical romantici per affollate platee riservate esclusivamente a donne di mezza età. Oggi ama partecipare ai talk-show dove ne racconta di tutti colori. Una delle più belle è la storia dell’amicizia con l’attore Tom Cruise. Non l’ha incontrato ad Hollywood, ma in una vita precedente «quando era giapponese». Forse si confonde con il film L’ultimo samurai dove Cruise si trasforma in antico guerriero giapponese.
Le cose più stravaganti che mi sono accadute è il titolo di uno dei libri scritti dalla signora Hatoyama. La first lady descrive nei particolari il viaggio su Venere trasportata dagli alieni. «Mentre il mio corpo dormiva, sono convinta che lo spirito sia volato a bordo di un Ufo triangolare su Venere, un posto meraviglioso e molto verde», sostiene la moglie del primo ministro in pectore. Il viaggio intergalattico sarebbe avvenuto negli anni Settanta quando la signora era sposata con il primo marito, un ristoratore giapponese che viveva in California. Il consorte liquidò la faccenda spiegandole che aveva sognato. «Il mio attuale marito (il vincitore delle elezioni per la sinistra, nda) – ha sostenuto la donna – l’avrebbe presa diversamente, magari commentando “oh, fantastico!”». La signora Hatoyama ha conosciuto il suo secondo consorte proprio negli Stati Uniti mentre studiava all’università di Stanford. Il matrimonio con una divorziata fece scandalo in Giappone, perché lui fa parte di una blasonata famiglia di politici. Nonostante le molte bizzarrie, Yukio Hatoyama ha sempre parlato in termini entusiastici della moglie: «Mi sento sollevato quando torno a casa», «lei è la mia centrale di rifornimento energetico». Magari viene aiutato dalla strana pratica mattutina della consorte rivelata prima del voto in un’intervista durante un programma per casalinghe. La signora Hatoyama a colazione sostiene di «mangiare il sole». Ovvero si ciba della sua energia per mantenersi in forma. Alla domanda su come lo faccia lei ha chiuso gli occhi come per assaporarne dei pezzettini gustosi facendo il verso «gnam, gnam, gnam». Il Giappone è il Paese del Sol Levante e non a caso la signora ha aggiunto: «Ne traggo energia ed anche mio marito lo fa».

IL GIORNALE

Tommaso Rossi

Profilo Facebook | Google + | Twitter