Il Galateo giapponese : l’inchino

L’inchino è sicuramente tra gli aspetti fondamentali dell’ etichetta giapponese. Le persone giapponesi salutano, esprimono l’apprezzamento, il rispetto o il rammarico attraverso un inchino.Ci sono differenti gradi di curvatura dell’inchino: 1) Cenno leggero del capo ( inclinazione 15 gradi): usato quando ad esempio quando si entra in una stanza per un appuntamento 2) Riverenza (30 gradi): esempio mentre state in piedi davanti ad un superiore, fate reverenza e lo salutate. 3) Inchino profondo (45 gradi): siete in piedi ed vi piegate profondamente, ad esempio per i ringraziamenti finali e quindi uscite! Nella vita quotidiana, la condizione sociale determina il grado dell’inchino. C’è una spiegazione ben nota circa i quattro livelli dell’inchino: vi piegate ai vostri pari ad un angolo di 15 gradi, al vostro capo ufficio con un angolo di 30 gradi, al vostro cliente o a qualcuno realmente importante con un angolo di 45 gradi e… il marito si deve piegare davanti a sua moglie ad un angolo di 90 gradi quando torna a casa in ritardo la notte. Al giorno d’oggi i giapponesi usano dare una stretta di mano quando vengono a contatto con gli occidentali, anche se la maggior parte di loro tendono un po’all’inchino mentre fanno la stretta di mano. Per contro, molti stranieri in Giappone si inchinano mentre fanno la stretta di mano ed anche quando salutano al telefono.

Tommaso Rossi

Profilo Facebook | Google + | Twitter